festival

Festival di cultura olivettiana, 1ᵃ edizione

festival_f1

 

Perché un intero evento dedicato ad Adriano Olivetti? Perché c’è un legame molto forte che lega l’ISTAO, la sua mission e l’attività alla figura e all’opera dell’imprenditore di Ivrea.

L’ISTAO, Istituto Adriano Olivetti, fondato dall’economista Giorgio Fuà, è un’organizzazione senza fini di lucro che ha come scopo la diffusione della cultura economica e lo sviluppo dell’imprenditorialità intesa come impegno morale e come capacità operativa. Il raggiungimento di tali obiettivi viene perseguito attraverso diverse attività: formazione, studi e ricerche, realizzazione di seminari, convegni, incontri, panel che affrontano le principali tematiche economiche, sociali e formative dell’Italia nel contesto internazionale.

La Fondazione Adriano Olivetti ha lo scopo di promuovere, sviluppare e coordinare le iniziative e le attività culturali che siano dirette a realizzare il benessere, l’istruzione e l’educazione dei cittadini, attraverso il progressivo diffondersi, in armonia con i principi della Costituzione, di forme comunitarie, rispondenti alla configurazione urbanistica, produttiva, sociale, ambientale e culturale della collettività, secondo le idee di Adriano Olivetti.

Per rafforzare l’attualità del modello olivettiano, l’ISTAO e la Fondazione Adriano Olivetti, con il contributo del giornalista RAI Paolo Notari, organizzano un evento dedicato all’opera e alla figura di Adriano Olivetti. Nel corso di due intense giornate si alterneranno seminari, interventi e spettacoli sui temi che hanno caratterizzato il lavoro e la missione dell’imprenditore di Ivrea. Il parco, i giardini e l’intera struttura di Villa Favorita, faranno da cornice per questa manifestazione che conclude l’anno di commemorazione dell’imprenditore.

Sintesi del Festival di cultura olivettiana - 1a edizione

 

 

 

Venerdì 31 maggio

18.00 Accoglienza, accredito e welcome coffee

19.00 Convegno di apertura:

Il pensiero olivettiano per il futuro

Apertura e saluti Giuliano Calza, Direttore generale ISTAO e ideatore del Festival

Interventi:

  • Valeriano Balloni, Vice Presidente ISTAO
  • Laura Olivetti, Presidente Fondazione Adriano Olivetti
  • Bruno Lamborghini, Presidente Associazione Archivio Storico Olivetti


L’incontro sarà coordinato da Paolo Notari, Giornalista e conduttore RAI

 

20.30 Light dinner & live exhibition di Gershwin Quintet

 

Sabato 1 giugno

9.30 Welcome coffee e accredito

Tema della giornata:

L’ATTUALITA’ DI ADRIANO OLIVETTI: TRADIZIONE E INNOVAZIONE

10.00 – IMPRESA, INNOVAZIONE E INTERNAZIONALIZZAZIONE
Adriano Olivetti è stato soprattutto un imprenditore capace di radicare nell’impresa la cultura dell’innovazione, l’eccellenza della tecnologia e del design, l’apertura verso i mercati internazionali. E’ sempre stato attento all’emergente tecnologia elettronica. L’internazionalizzazione del gruppo Olivetti, creata da Adriano, è stata anticipatrice di circa 60 anni rispetto alle altre imprese dell’epoca. Nel dopoguerra la Olivetti si espande in America del Nord, nel resto d’Europa, in Sud America e in Asia.

Interventi:

  • Giovanni Lo Storto, Vice Direttore Generale LUISS Guido Carli, Roma
  • Melina Decaro, Università LUISS Guido Carli e Segretario Generale Fondazione A. Olivetti
  • Luca Botticelli, Co-founder & CEO Aliveshoes
  • Massimiliano Magrini, Founder e Managing Partner di United Ventures, Milano

L’incontro sarà coordinato da Mario Benedetto, Giornalista, esperto in nuovi Media e Comunicazione

 

11.45 – URBANISTICA, SOCIETA’ E TERRITORIO
La visione di Adriano Olivetti del ruolo dell’impresa e la sua poliedrica personalità lo portano ad occuparsi in modo fortemente innovativo anche di problemi sociali e politici, di urbanistica, architettura, cultura ed editoria. A Ivrea avvia la progettazione e costruzione di nuovi edifici industriali, uffici, case per i dipendenti, mense, asili, dando origine ad un articolato sistema di servizi sociali. In azienda collabora con giovani e brillanti architetti, urbanisti e sociologi; a loro chiede di garantire strutture architettoniche, organizzazione degli ambienti e del territorio capaci di far coesistere bellezza formale e funzionalità, miglioramento delle condizioni di lavoro nell’impresa e della qualità di vita fuori dall’impresa. Studioso di urbanistica, diresse il piano regolatore della Valle d’Aosta e fu anche presidente dell’Istituto Nazionale di Urbanistica.

Interventi:

  • Luca Zevi, Architetto e Urbanista
  • Patrizia Bonifazio, Politecnico di Milano, Responsabile del programma di architettura della Fondazione A. Olivetti
  • Adolfo Guzzini, Presidente iGuzzini Illuminazione
  • Enzo Eusebi, Architetto

L’incontro sarà coordinato da Maria Rosaria Gianni, Caporedattore Cultura Tg1

 

13.30 Light lunch

 

14.30 – POLITICA E COMUNITA’
Adriano Olivetti è anche editore, scrittore e uomo di cultura. Nel 1937 fonda la rivista “Tecnica e Organizzazione”, dove pubblica vari saggi di tecnologia, economia, sociologia industriale. Poco dopo, assieme a un gruppo di giovani intellettuali, crea una casa editrice, la NEI (Nuove Edizioni Ivrea). Nel 1946 fonda la rivista “Comunità” che nell’Italia del dopoguerra ben presto diviene uno dei più qualificati luoghi del dibattito culturale, politico e sociale. La NEI di fatto nel 1946 si trasforma nelle Edizioni di Comunità. Con un intenso programma editoriale, pubblica importanti opere in vari campi della cultura, dal pensiero politico alla sociologia, dalla filosofia all’organizzazione del lavoro, facendo conoscere autori d’avanguardia o di grande prestigio all’estero, ma ancora sconosciuti in Italia.

Interventi:

  • Alessandra Necci, Fondazione Lorenzo Necci
  • Mauro Ceruti, filosofo, Università di Bergamo
  • Beniamino de’ Liguori, Centro Studi Fondazione Adriano Olivetti, Direttore editoriale Edizioni di Comunità
  • Gian Mario Spacca, Presidente Regione Marche

L’incontro sarà coordinato da Tiziana Ribichesu, Vice caporedattore GR Rai, Conduttrice Baobab, Radio 1

 

16.30 – 18.00

Direction Home – Viaggio nell’Italia di Adriano Olivetti

Il trio “Le Voci del Tempo”, formato da: Marco Peroni, Mario Congiu e Mao Gurlino raccontano il “mito” di Adriano Olivetti senza venire meno al proprio format fatto di parole e canzoni.

 

19.30 Convegno di chiusura:

Quale economia per il futuro?

Introduce Giuliano Calza, Direttore Generale ISTAO

Interventi:

  • Andrea Merloni, Presidente ISTAO
  • Gennaro Sangiuliano, Professore di Economia all’Università La Sapienza di Roma, Vicedirettore Tg1

 

20.30 FUNDRAISING GALA DINNER

Ospite: LUCA BARBARESCHI

Presenterà in anteprima alcune scene della Fiction RAI dedicata ad Adriano Olivetti. A seguire lettura teatrale di alcuni brani tratti dalle opere di Adriano Olivetti recentemente pubblicate dalle Edizioni di Comunità.