ECAPITAL Culture – Adriatic Start Up School, 2° Edition

 

ISTAO, insieme a UNIVPM, CCIAA Ancona e Comune di Ancona, promuove il programma Ecapital Culture.

 

fondazione_marcheL’iniziativa, concepita d’intesa con Fondazione Marche, intende favorire la nascita e lo sviluppo di nuove imprese di natura “culturale”, che abbiano come territorio di riferimento la Regione Marche e i paesi della Macroregione Adriatico Ionica.

 

Fondazione Cariverona
Con il supporto di Fondazione Cariverona, il progetto consente la partecipazione gratuita di 15 giovani marchigiani (o residenti nella regione Marche).

 

 

Oltre a 15 giovani residenti nelle Marche potranno essere ammessi giovani residenti in uno dei paesi della Macroregione Adriatico-Ionica.

Un percorso di formazione GRATUITO di 2 mesi e un periodo di ACCELERAZIONE facoltativo gratuito (3 mesi), riservato ai partecipanti residenti nelle Marche.

 

Calendario

Formazione: ottobre – dicembre 2016

Accelerazione: gennaio – marzo 2017

 

 

Informazioni complete su: http://startupschool.ecapital.it/

 

 

 

ISTAO StartupLab – Educating new entrepreneurs, 4ᵃ edizione

4edizione del corso su sviluppo dell’imprenditorialità.

ISTAO, che opera fin dalle origini a sostegno dell’imprenditoria di nuova generazione, rilancia con il Percorso Speciale chiamato “ISTAO StartupLab – Educating new entrepreneurs” una formazione di taglio manageriale-applicata, fedele ai principi dell’imprenditore schumpeteriano e ai valori della filosofia olivettiana.

Dare vigore all’imprenditorialità innovativa è compito difficile ma non impossibile, l’Italia ne ha più che mai bisogno. Le fonti dell’imprenditorialità sono diverse come il contesto competitivo è diverso: occorre dunque creare nuova cultura. È questa una sfida che ha bisogno di nuovi comportamenti. Il primo è la voglia di fare cose diverse e contestualmente organizzarsi in modo efficiente per rispondere efficacemente alle dinamiche economiche dei mercati.

ISTAO StartupLab intende dunque sviluppare, con modalità interattiva, attitudini, comportamenti e capacità collaborative, adatti a promuovere e stimolare progetti che abbiano spiccate caratteristiche di creatività, innovazione e scalabilità sui mercati internazionali.

 

Inizio   10 giugno 2016
Durata   10 settimane

• fase Education dal 10 giugno al 8 luglio 2016
• fase Execution dal 9 settembre al 30 settembre 2016
• fase Capstone Experience dal 3 al 7 ottobre 2016


Scadenza domande  Lunedì 6 giugno 2016
Prove di selezione    7-8 giugno 2016

 

 

Destinatari

Il Percorso Speciale è rivolto a giovani italiani e stranieri che:

  • presentino spiccate attitudini ed una decisa propensione a creare imprese ad alto potenziale tecnologico e di mercato
  • abbiano stimoli a sviluppare un’idea innovativa da portare sul mercato, sotto forma di prodotto o di servizio
  • abbiano una reale familiarità con la lingua inglese.

Per accedere al percorso è previsto il superamento di una fase di selezione, per un massimo di 20 partecipanti. Sono incoraggiate candidature in forma di team per un massimo di 3 persone ed è considerato un aspetto premiante essere già in possesso di un executive summary qualitativo o di un prototipo del prodotto o servizio caratterizzante il progetto d’impresa.

 

Struttura, programma e finalità

Il programma si articola in 3 momenti (full time):

Dal 10 giugno al 8 luglio 2016
Education: 5 moduli in aula in 5 settimane, il venerdì, presso la sede ISTAO.
Sviluppa conoscenze metodologiche-applicate attraverso moduli dedicati. Ci saranno anche possibili momenti di confronto con testimoni dell’ecosistema dell’impresa innovativa italiana ed internazionale che si terranno il sabato mattina.

Dal 9 al 30 settembre 2016
Execution: 3 moduli operativi in 4 settimane, presso la sede ISTAO ma soprattutto presso aziende partner.
Periodo a completa disposizione degli allievi per testare il mercato, il modulo si svilupperà attraverso workshop in azienda a stretto contatto con imprenditori più esperti e incontrando potenziali co-fondatori, clienti, fornitori, partner industriali con lo scopo di validare sul campo il progetto d’impresa, il tutto sotto la supervisione dei tutor ISTAO.

Dal 3 al 7 ottobre 2016
Capstone Experience
: 1 settimana presso la sede ISTAO. Modulo conclusivo in cui i partecipanti hanno la possibilità di verificare le conoscenze e competenze acquisite finalizzate ad una presentazione pubblica del loro progetto d’impresa.
I migliori lavori, valutati ad insindacabile giudizio di un comitato scientifico, potranno essere ulteriormente accompagnati, dopo il termine del percorso formativo. Ad esempio, potrebbero essere presentati ad una platea di potenziali investitori e partner industriali, nel corso di eventi organizzati e finanziati direttamente dall’ISTAO, anche in sedi estere.

Moduli didattici

In generale, ciascun modulo è pensato affinché fornisca ai singoli partecipanti gli strumenti ed i comportamenti necessari a sviluppare un’idea, o un progetto d’impresa. Questi potranno essere tenuti anche in lingua inglese.

Modulo 1. 10 giugno 2016
Warm upSelf-assessment & self-enhancement
Si presenta di fronte all’aula ed ai tutor ISTAO il proprio progetto d’impresa, senza remore, a qualsiasi stadio esso sia. Infatti, lo scopo è individuare collegialmente quali sono i punti di forza e sopratutto quelli di debolezza dell’idea, in modo da programmare e focalizzare il lavoro delle successive settimane.
Docenti: Valeriano Balloni, Floriano Bonfigli

Modulo 2. 17 giugno 2016
Entrepreneurial Marketing – Identifying and prioritizing the next opportunity to accelerate business growth
In questo modulo verrà fornita una metodologia, arricchita con numerosi casi reali, utile per la determinazione del primo mercato di riferimento, quello da conquistare con le proprie forze, la cui scelta può risultare difficile ed ambigua, data l’innovatività intrinseca del prodotto o servizio a cui si sta pensando.
Docente: Floriano Bonfigli

Modulo 3. 24 giugno 2016
Team ManagementFrom group of smart people to smart team
Quando abbiamo una nuova idea, pochi sono disposti a “salire a bordo” con noi per trasformarla in impresa. La situazione più comune che può capitare è invece di coinvolgere gli amici e/o conoscenti più brillanti e cominciare a lavorare in gruppo. Ma in realtà, quello che occorre è un gruppo di lavoro, affiatato e con una sua leadership riconosciuta
Docente: Andrea Moretti

Modulo 4.  1 luglio 2016
Startup Financing – Source of capital for new ventures and how to catch them
Se un’idea è veramente innovativa è anche fortemente rischiosa, di conseguenza si riducono drasticamente le possibilità di finanziamento da parte di un Istituto di Credito. D’altra parte, non possiamo neanche affidarci troppo alle lungaggini burocratiche dei finanziamenti pubblici. Invece, finalmente anche in Italia, è sempre più viva e numerosa la comunità degli investitori di rischio. Ma chi sono e dove sono? Su quali parametri tali investitori decidono la bontà di un progetto su cui puntare? Quali sono le dinamiche e le regole del “gioco”?.
Docente: Floriano Bonfigli

Modulo 5.  8 luglio 2016
Venture Modeling – Accounting for dummies
Lanciare un nuovo progetto d’impresa significa anche prendere confidenza con strumenti quali: conto economico, stato patrimoniale, partita doppia, flusso di cassa e si potrebbe continuare ancora a lungo. Tutto ciò verrà fatto in maniera non convenzionale, con l’aiuto di tecniche di facilitazione, visual thinking e quantitative visualization.
Docente: Andrea Moretti

Modulo 6. 9 settembre 2016
Workshop in azienda sul tema Entrepreneurial Strategy – Understanding the right combination of business model and growth strategy to achieve the goals of an early stage company
Workshop in azienda e confronto con l’imprenditore su come è nata e cresciuta la propria azienda e su come la si tiene viva in un mondo in cui il cambiamento è l’unica costante. Impresa coinvolta: Civitanavi System.
Docenti: Valeriano Balloni e Floriano Bonfigli

Modulo 7. 16 settembre 2016
Workshop in azienda sul tema Product Design  – Igniting consumer passion by designing products to fulfill needs and express values
E’ un nuovo bisogno del consumatore, a volte ancora inespresso, che crea un nuovo mercato, quindi una nuova opportunità imprenditoriale. Il prodotto o servizio va pensato e realizzato o arricchito di ulteriori contenuti per associarlo a valori in cui il consumatore si riconosca e di cui si faccia promotore presso la sua rete di relazioni. Impresa coinvolta: Fratelli Guzzini.
Docenti: Valeriano Balloni e Floriano Bonfigli

Modulo 8. 9-30 settembre 2016
Incontri individuali con aziende ed organizzazioni in genere che testeranno le idee di business dei neo-imprenditori.

Finalità specifiche da raggiungere

I partecipanti al corso acquisiranno attitudini imprenditoriali e competenze manageriali nelle seguenti aree:

  • dinamiche di avvio di imprese con alti contenuti di innovazione
  • conoscenze trasversali (soft skill) su due fronti:
    1. capacità di presentazione e promozione efficace di un progetto a potenziali investitori, fornitori, collaboratori ed infine clienti;
    2. abilità di negoziare migliori condizioni nelle transazioni con investitori, fornitori e clienti;
  • caratteristiche e dinamiche del risk capital e dei suoi attori: startup accelerators, angel investors e venture capitalist.

I partecipanti avranno la possibilità di applicare e perfezionare sul campo quanto appreso presso incubatori, acceleratori o imprese che si sono rese disponibili a collaborare con tale progetto formativo.

Selezione, ammissione e costi

La domanda, redatta sull’apposito modulo disponibile online, dovrà pervenire all’ISTAO, entro lunedì 6 giugno 2016, accompagnata dai seguenti documenti in carta libera:

    • una foto formato tessera;
    • una breve memoria nella quale il candidato valuti le proprie esperienze di studio e/o di lavoro, esponga gli orientamenti per l’attività futura e spieghi le ragioni per cui desidera partecipare al corso;
    • curriculum vitae aggiornato;
    • inoltre è considerato aspetto premiante essere già in possesso di un executive summary qualitativo e/o di un prototipo del prodotto o servizio su cui si vuole lanciare o si è già lanciato un proprio progetto d’impresa;
    • eventuale altra documentazione delle attività di studio, ricerca e di lavoro e qualsiasi altro titolo che il candidato ritenga utile presentare (anche lettere di presentazione di insegnanti e/o datori di lavoro).
Procedure di selezione

Le prove di selezione consistono in un colloquio individuale con una o più commissioni. Lo scopo è verificare le attitudini, le capacità e le motivazioni di ciascun candidato alla realizzazione di un progetto d’impresa ad alto tasso di creatività, innovazione e scalabilità sui mercati internazionali. A tal fine verrà anche valutata la conoscenza della lingua inglese.
Le selezioni avranno luogo il 7 e 8 giugno 2016 nella sede dell’ISTAO

Costi

La quota di frequenza è di 2.000,00 Euro e potrà essere corrisposta in due rate.

• I rata – 1.000,00 € – al momento dell’ammissione
• II rata – 1.000,00 € – entro il 15 settembre 2016

Borse di studio

I candidati ritenuti idonei al termine delle prove di selezione potranno accedere a borse di studio a copertura totale o parziale della quota d’iscrizione.

Comitato scientifico

V. Balloni (ISTAO), F. Bonfigli (ISTAO), M. Bicocchi Picchi (Angel Investor e Board Member dell’associazione Italia Startup), M. del Pozzo (Geforin S.A. – Ginevra), GC. Michellone (GcM Consulting – Torino), S. Taylor (Area Science Park – Trieste).

Le risorse per la rigenerazione urbana, 3a edizione

Fondi comunitari, risorse statali e strumenti innovativi di finanziamento

Il corso è organizzato da ISTAO e Regione Marche

 

con la collaborazione di INU Marche, ANCI Marche, ANCE Marche e Autorità Portuale Ancona.


 

 

collaborano inoltre alla realizzazione del corso l’Ordine Architetti PPC della provincia di Ancona e l’Ordine degli Ingegneri della provincia di Ancona che riconoscono 15 CREDITI FORMATIVI, riservati a chi frequenta l’intero percorso.

 

 

Obiettivi

Il corso intende proporre una panoramica sui principali canali e strumenti, finanziari e organizzativi, capaci di dare sostegno a programmi di rigenerazione urbana.

Oltre ad una ricognizione delle risorse disponibili o attivabili, si esploreranno caratteristiche, requisiti e procedure connesse alla richiesta o raccolta di risorse finanziarie.

Particolare attenzione sarà altresì dedicata all’evoluzione nella normativa urbanistica e nell’assetto istituzionale, e alle relative implicazioni per la rigenerazione urbana.

 

Destinatari

Il corso si rivolge ai tecnici degli Enti Locali, agli operatori e tecnici di imprese, ai professionisti coinvolti nella progettazione e gestione di interventi di governo del territorio.

Il corso è aperto anche a giovani neo-laureati che siano interessati ad approfondire i temi della rigenerazione urbana.

 

Struttura

L’approfondimento in aula delle caratteristiche e modalità di accesso alle principali categorie di risorse finanziarie, affidato a docenti ed esperti sui singoli temi, sarà accompagnato da testimonianze e casi di studio su esperienze di successo.

Il corso prevede due fasi, organizzate per sessioni seminariali da tenersi in formula week-end (venerdì e sabato mattina): una fase di FORMAZIONE e una fase di LABORATORIO.


Fase di formazione

La fase di formazione è dedicata all’alternanza di momenti di approfondimento su temi e metodologie e momenti di confronto su esperienze e casi reali.

Dopo un incontro di apertura del corso centrato sulle tematiche che ne rappresenteranno l’ossatura, il percorso formativo sarà articolato su 4 aree tematiche.

Opening session

Oltre ad una presentazione del corso, curata dal CTS, l’incontro ospiterà un intervento di inquadramento sulla “città”.

  • 13  maggio ore 9-13

AREA1 - Le risorse comunitarie: fondi strutturali e programmi europei

Si propone un quadro completo delle risorse intercettabili dal panorama della programmazione europea.
Oltre ad una conoscenza delle opportunità prefigurabili a livello europeo (ambiti, linee di finanziamento, fondi), saranno presentati i documenti di programmazione regionale e le strategie ad essi connesse.
Verranno infine forniti i principali elementi di europrogettazione (procedure, tecniche, metodologie), a cui si darà concretezza con la presentazione di casi reali.

  • Modulo 1 – 13 e 14 maggio
  • Modulo 3 – 10 e 11 giugno

AREA 2 - Gli strumenti legislativi per la rigenerazione urbana

In quest’area si affrontano gli aspetti più innovativi dell’attuale legislazione, nazionale e regionale, con particolare riferimento agli aspetti che attengono il governo del territorio, i processi attivabili e le responsabilità istituzionali ad essi connesse.

  • Modulo 2 – 27 e 28 maggio

AREA 3 - Housing sociale come attivatore di risorse

Si analizzano esperienze e casi di sviluppo urbano e sociale connessi alla promozione e all’avvio di progetti di housing sociale.
Oltre ad una panoramica su procedure, protagonisti e prospettive prefigurabili per nuove progettualità, si prenderanno in esame gli aspetti delle singole realizzazioni che maggiormente hanno avuto capacità di incidere, sia in termini di capacità di risposta ai fabbisogni di residenza, che di dotazione in servizi a supporto alla socialità e alla convivenza.

  • Modulo 4 – 24 e 25 giugno

AREA 4 - Opportunità e strumenti innovativi per la rigenerazione urbana

Gli scenari aperti da nuove tecnologie, nuove forme e ambiti di collaborazione, nuovi veicoli e strumenti finanziari rappresenteranno gli aspetti fondamentali che l’area si propone di approfondire.
Passando in rassegna esperienze e casi, si esploreranno le potenzialità principali connesse agli strumenti stessi.

  • Modulo 5 – 8 e 9 luglio

 

Fase di laboratorio

La fase di Laboratorio sarà centrata sulla sperimentazione pratica, su casi reali proposti dagli stessi partecipanti, dei principali aspetti trattati durante la fase di Formazione.

Sotto la guida dei componenti del CTS e di esperti coinvolti su specifiche tematiche da individuare sulla base delle ipotesi progettuali da sviluppare, gli allievi approfondiranno conoscenze, raccoglieranno documentazione ed individueranno interlocutori, per poi impostare proposte e ipotesi di intervento da realizzare nell’ambito dei propri contesti di riferimento.

Per la fase di laboratorio sono previsti sei incontri da realizzare nell’arco di circa due mesi: luglio e ottobre 2016. La durata potrà essere diversamente modulata a seconda di specifiche esigenze connesse ai progetti che verranno sviluppati.

Faculty

La docenza sarà affidata ad esponenti del mondo accademico e professionale, specialisti nei singoli campi in cui sarà articolato il percorso.

  • Carlo Alberto Barbieri
    Professore Straordinario di Urbanistica, Politecnico di Torino
  • Patrizio Bianchi
    Assessore Politiche Europee, Formazione e Lavoro, Regione Emilia Romagna
    Professore Ordinario di Economia, Università di Ferrara
  • Antonio Calabrò
    Senior Advisor Cultura di Pirelli & C.
    Responsabile del gruppo “Cultura” di Confindustria
  • Carla Carlucci
    Agenzia per la Coesione Territoriale, Unità di Verifica degli Investimenti Pubblici
  • Livio Cassoli
    Cassa Depositi e Prestiti, Responsabile Gestione e Sviluppo FIA
  • Paolo Galuzzi
    Studio Federico Oliva Associati
    Professore associato, Dipartimento di Architettura e Studi Urbani, Politecnico di Milano
  • Carlo Gasparrini
    Professore ordinario di Urbanistica, Università di Napoli «Federico II»
  • Francesco Giacobone
    Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti – Segreteria del Vice Ministro Sen. Riccardo Nencini
    Già responsabile dello “sviluppo di piani strategici” del MIT
  • Franco Landini
    Architetto, Responsabile scientifico “social housing” in URBIT
  • Pietro Marcolini
    Presidente Istao
    Docente di Economia Politica presso l’Università di Urbino
  • Ezio Micelli
    Professore ordinario di Estimo, Università Iuav di Venezia
  • Federico Oliva
    Studio Federico Oliva Associati
    Professore Ordinario di Urbanistica, Facoltà di Architettura e Società, Politecnico di Milano
  • Ida Prosperi
    Responsabile Area Progetti, SVIM spa
  • Stefano Salata
    Politecnico di Milano
  • Stefano Stanghellini
    Professore ordinario di Estimo, Università Iuav di Venezia
    Presidente di URBIT

 

Modalità di partecipazione

Il corso è a numero chiuso.

E’ possibile effettuare l’iscrizione inviando la scheda di iscrizione via fax (071.2901017) o via email informa@istao.it.

 

Costi e agevolazioni

Il costo di iscrizione, comprensivo della documentazione e dei materiali didattici, è di:

  • 2.000 Euro per l’intero corso (fase di Formazione e fase di Laboratorio)
  • 800 Euro per i seminari dell’Area 1 – “Le risorse comunitarie…”
  • 500 Euro per ogni singolo seminario.

Sono previste le seguenti riduzioni sulla quota di iscrizione:
• del 15% per collaboratori di aziende socie ISTAO
• del 15% per soci INU
• del 15% per gli iscritti all’Ordine degli Architetti della provincia di Ancona
• del 15% per gli iscritti all’Ordine degli Ingegneri della provincia di Ancona

 

Borse di studio

In considerazione dei contributi messi a disposizione dai soggetti promotori dell’iniziativa, per la partecipazione all’intero corso, è prevista l’assegnazione di borse di studio.

Nr.7 borse di studio, del valore di € 1.000, a parziale copertura del costo di iscrizione, riservate a dipendenti dei Comuni delle Marche o di altri Enti Locali.

Nr.7 borse di studio, del valore di € 1.000, a parziale copertura del costo di iscrizione, riservate a liberi professionisti.

Le borse verranno assegnate sulla base dell’ordine di iscrizione al corso (certificato dalla data e ora di inoltro della domanda di iscrizione). Tutte le borse di studio saranno attribuibili a seguito della regolare presentazione della modulistica per l’iscrizione all’intero corso.

Borse e agevolazioni non sono cumulabili.

A favore di coloro che sono interessati ad iscriversi solo a singole porzioni del percorso di formazione, restano disponibili le agevolazioni riservate a soci ISTAO (-15%) e a soci INU (-15%).

 

Calendario

Inizio corso: Venerdì 13 maggio 2016

ECAPITAL Culture Adriatic Start Up School

ISTAO, insieme a UNIVPM, CCIAA Ancona, Comune di Ancona e Regione Marche, promuove il programma Ecapital Culture.

 

fondazione_marcheL’iniziativa, nata su impulso e con con risorse di Fondazione Marche, intende favorire la nascita e lo sviluppo di nuove imprese di natura “culturale”, che abbiano come territorio di riferimento la Regione Marche e i paesi della Macroregione Adriatico Jonica.

 

Fondazione Cariverona
La Fondazione Cariverona, supportando il progetto, consente la partecipazione gratuita di 15 giovani marchigiani (o residenti nella regione Marche).

 

3 mesi di formazione (settembre-ottobre 2015) permetteranno di acquisire strumenti utili alla costruzione del business plan, di incontrare testimoni e prendere contatto con esperienze di successo di “imprenditoria culturale”.

Il corso è aperto anche a 25 partecipanti provenienti dagli altri paesi della macroregione Adriatico Ionica e si terrà in lingua inglese.

Ai partecipanti marchigiani è riservata la possibilità di fruire di un periodo di incubazione gratuita, successiva alla fase di formazione: 3 mesi, presso la sede ISTAO di Villa Favorita, con il supporto di mentor qualificati, per aiutare i progetti di impresa a tradursi in start up.

Maggiori informazioni sul sito web del programma: http://startupschool.ecapital.it/

 

Scadenza domanda: 20/07/2015

 

StartAP21, 2ᵃ edizione – RIAPERTURA BANDO

CORSO IN SVOLGIMENTO

Hai un’idea di impresa da realizzare?

Vorresti accompagnare la nascita di una nuova impresa?

StartAP21 può diventare l’occasione per realizzare le tue aspirazioni professionali e farti entrare da protagonista nel mondo del lavoro.


 

 

RIAPERTURA TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI PARTECIPAZIONE AL CORSO “StartAP21 – FARE IMPRESA NEL PICENO”

Finanziato in base a “Avviso pubblico per la presentazione di proposte formative finalizzate alla realizzazione di un acceleratore d’impresa per l’area del Piceno – FSE 2007/2013 – Asse II Occupabilità”, contrassegnato dall’id Siform nr.189226. Ammesso a finanziamento con Determina Dirigenziale nr. 2768 del 10/10/2014

 Avviso per la presentazione di domande per partecipanti “UDITORI” nei profili
“INNOVATORE” e “PARTNER MANAGERIALE”

Durata 800 ore
Scadenza presentazione domande ore 12.00 di venerdì 21 novembre 2014
Prove di selezione lunedì 24 novembre 2014, ore 9.00 – presso Villa Tofani, Via Piemonte 11 – Ascoli Piceno

 

TUTTI I DETTAGLI NEL BANDO

Gestito da

In partnership con



Con il patrocinio di

 

 

 

 

Obiettivo

Il Progetto “StartAP21 – Fare impresa nel Piceno” nasce con l’intento di favorire la nascita di nuove iniziative imprenditoriali.
Finanziato dalla Regione Marche e dalla Provincia di Ascoli Piceno, con risorse del Fondo Sociale Europeo e realizzato da ISTAO, StartAP21 nasce con una partnership molto ampia e qualificata (Università, Associazioni di Categoria, Società di consulenza e Investitori in start up innovative), chiara espressione della volontà di realizzare al massimo livello possibile l’idea di interdisciplinarietà e collaborazione.

Destinatari

Il progetto, completamente gratuito, si rivolge a partecipanti che si trovano nella condizione di disoccupati, inoccupati o lavoratori in mobilità, che siano in possesso di certificato di laurea di primo livello o laurea specialistica o laurea conseguita con il vecchio ordinamento.
Tra le domande di iscrizione che perverranno, saranno selezionati:
n. 10 Innovatori: coloro che propongono l’idea innovativa e che possiedono competenze e conoscenze tecnico-industriali relativamente all’idea;
n. 10 Partner Manageriali: affiancano gli innovatori nella creazione della startup.

La selezione privilegerà i candidati residenti nella provincia di Ascoli Piceno o, in subordine, nelle altre province marchigiane o, ancora, nelle regioni limitrofe, purché, in caso di avvio di una startup, si impegnino a stabilirne la sede operativa sul territorio della provincia di Ascoli Piceno.

Con il presente Avviso si selezioneranno allievi per i posti ancora disponibili, fatti salvi i diritti acquisiti da quanti già ammessi al corso, a seguito del processo di selezione del 5 e 6 novembre 2014.

 

Qualifica

Al termine del corso, al superamento di un esame finale, verrà rilasciato un attestato di qualifica di secondo livello “Responsabile in Startup di Impresa” TE4.4 (Bando redatto in conformità all’ Avviso Pubblico per la presentazione di proposte formative finalizzate alla realizzazione di un acceleratore d’impresa per l’Area del Piceno (D.D. n.147 del 07-05-2013).

Modalità di selezione per l’ammissione

L’ammissione al corso è subordinata al superamento di un processo di selezione per titoli e colloquio.

Modalità d’iscrizione

Per iscriversi compilare la domanda di partecipazione che dovrà pervenire entro le ore 12.00 di venerdì 21 novembre 2014 all’ISTAO con una delle seguenti modalità:

  • via fax al numero +39 071 2901017
  • per email a informa@istao.it
  • per posta o consegnato a mano ai seguenti indirizzi:
  • ISTAO – Villa Favorita – Via Oliviero Zuccarini, 15 – 60131 Ancona
  • Confindustria Ascoli Piceno – sede di: Ascoli Piceno, C.so Mazzini 151
    Referenti: Benedetta Chiarelli, Stefania Cellini
    Orario di apertura: 9.00 – 13.00, 15.00 – 18.00
  • Confindustria Ascoli Piceno – sede di: San Benedetto del Tronto, Contrada S.Giovanni Scafa, Complesso Forum Immobiliare (di fronte al centro commerciale “Porto Grande”)
    Referenti: Nadia Bongiovanni, Antonella Marinelli
    Orario di apertura: 9.00 – 13.00, 15.00 – 18.00

Alla domanda di partecipazione dovranno essere allegati:

  • copia del titolo di studio;
  • curriculum vitae, redatto in lingua italiana;
  • (per i candidati “innovatori”) sintesi del progetto d’impresa redatta secondo il modulo predisposto;
  • documentazione relativa alla propria condizione occupazionale (certificato rilasciato dal Centro per l’Impiego in cui si è iscritti);
  • fotocopia di un documento d’identità.

Nel caso in cui la documentazione venisse anticipata, entro la scadenza prevista, a mezzo fax o email, gli originali dovranno essere consegnati in sede di selezione.

Sede delle attività

La sede di tutte le attività di formazione e della fase di incubazione viene individuata nell’immobile di Villa Tofani, Via Piemonte, Ascoli Piceno.

Per ulteriori informazioni

Segreteria ISTAO
tel. +39 071 2137011
mail: informa@istao.it