Age management del personale: una necessità per le aziende

Ricerca, applicazione e future implicazioni
6 Dicembre 2017
Villa Favorita, Via Zuccarini, 15 Ancona

Il concetto di invecchiamento attivo è da anni in agenda a livello europeo, in quanto considerato uno strumento utile per contribuire a risolvere a tutti i livelli alcune delle principali sfide legate all’invecchiamento della popolazione.
L’attività svolta nel mercato del lavoro costituisce, tra quelle che afferiscono al concetto di invecchiamento attivo, una delle dimensioni più importanti. Ci sono stati molti cambiamenti su questo fronte in Italia negli ultimi anni, che hanno rivoluzionato gli assetti di molte aziende. L’innalzamento dell’età per poter accedere alla pensione e il conseguente aumento del tasso di occupazione dei lavoratori maturi, hanno determinato un progressivo invecchiamento del parco dipendenti. Ma con quali conseguenze pratiche, per le aziende? E’ un argomento con il quale queste dovranno confrontarsi, a livello di politiche delle risorse umane, per poter continuare a garantire gli standard desiderati di produttività, qualità e clima aziendale. Questa presa di coscienza e di iniziativa aziendale è tanto più necessaria per il fatto che, a livello di politiche istituzionali, non sembra siano stati creati incentivi e opportunità particolarmente stimolanti a sostegno delle aziende.
Questo seminario affronta il tema di come gestire il personale tenendo conto delle diverse età dei dipendenti (age management). Si tratta di una possibile risposta alla sfida posta dal progressivo invecchiamento del parco dipendenti aziendale, in grado anche di promuovere la solidarietà intergenerazionale tra lavoratori anziani e giovani. L’age management è un concetto noto e variamente implementato a livello europeo, specialmente in alcuni Paesi, ed ora in via di diffusione anche in Italia. Il seminario, attraverso la presentazione di risultati di ricerca ed esperienze concrete, fornirà alle aziende e agli stakeholders ad esse vicini (organizzatori datoriali, sindacati, mondo politico, etc.) l’occasione di poter familiarizzare con questo approccio, esplorandone alcune sue possibili applicazioni.

PROGRAMMA

15.30 Registrazione

16.00 Saluti
Pietro Marcolini Presidente ISTAO
Gianni Genga Direttore Generale INRCA

16.20 Presenta e modera il seminario
Sabrina Dubbini ISTAO

16.30 Age management in azienda: motivazioni, principi e applicazione
Andrea Principi; Marco Socci INRCA

16.50 Age management: modelli di intervento ed esperienze in alcune aziende venete
Gabriella Bettiol Confindustria Veneto SIAV

17.10 Discussione

17.25 Il modello Randstad per la gestione dell’Active Ageing
Fabio Costantini Randstad Italia

17.45 Responsabilità Sociale d’Impresa e invecchiamento attivo. Loccioni: tra esperienza e innovazione
Simonetta Recchi UNIMC e Loccioni

18.05 Discussione

18.20 Osservazioni conclusive

18.30 Fine dei lavori