Criticità, incertezze, dubbi e successo nel progettare e fare impresa

WORKSHOP DI CHIUSURA DEL CORSO IN “STARTUP DESIGN” 2015

mercoledì 16 dicembre, ore 15.00 -18.00

Villa Favorita, Via Zuccarini, 15 Ancona

 

Programma

ore 15.00

ore 15.30

Accoglienza

Interventi

Andrea Pizzarulli – CEO & Co-founder Civitanavi Systems
Alberto Rossi – Presidente Frittelli Maritime Group
Alessandro Guzzini – Amministratore delegato Finlabo Sim
Adolfo Vannucci – Presidente SI Società Internazionale Spa

Coordina

Valeriano Balloni – Vice Presidente ISTAO

ore 17.30

Termine lavori e consegna diplomi ai partecipanti al corso “Startup Design” 2015

Saluto e brindisi di auguri

 

Ecapital Culture Pitch Day

Presentazione dei progetti sviluppati dagli allievi
GALLERIA DEI PROGETTI

Giovedì 10 dicembre, ore 14.30

Mole Vanvitelliana – Ancona

Per partecipare compilare il modulo di adesione

Segreteria Organizzativa:

Ecapital
Tel. 071.2071411
Fax 071.2075629
www.ecapital.it

Company welfare for real

“Il vero benessere in azienda”

Sono cambiate le priorità che determinano la motivazione e il senso di appartenenza all’interno del contesto professionale. Oggi sia per i Junior sia per i Senior la cosa più importante è il benessere in azienda. Se ne parlerà al:

X’MAS SEMINAR

Venerdì 11 dicembre 2015, ore 17.00

Villa Favorita, Via Zuccarini, 15 Ancona

 

Programma

Ore 17.00
Registrazione dei partecipanti

Ore 17.30
Saluti di GIULIANO CALZA, Direttore Generale ISTAO

Ore 17.35
Sponsor presentation
SAUL CREMONA, Direzione Commerciale Edenred Italia

Ore 17.45
Apertura dei lavori

Modera
GIULIANO CALZA,
Presidente AIDP Gruppo Marche

Interventi
MICHELE RICCARDI, HR Director Edenred Italia
IL WELFARE DI CHI VENDE WELFARE

LUCA MEZZOPERA, HR Director Ariston Thermo Group
RELAZIONI INDUSTRIALI E WELFARE

FILIPPO SCHITTONE, Direttore Confindustria Ancona
IL WELFARE A RETE NELLE PMI

Ore 19.15
Q&A

Seguirà aperitivo natalizio

 

Il retail management per la distribuzione organizzata

Durata 4 moduli

56 ore




(1ª edizione)  2016

Inizio  Aprile 2016

DESTINATARI

Il corso è rivolto a responsabili di punto vendita e specialisti del settore retail, con particolare riguardo al comparto distribuzione organizzata.

OBIETTIVI

Il corso ha la finalità di formare le diverse figure professionali attive nei punti vendita della distribuzione organizzata, ed in particolare i responsabili e vice-responsabili dei pdv, i responsabili dell’area casse e gli specialisti e addetti di reparto. Le tematiche formative saranno principalmente quelle del marketing, della relazione con il cliente e dell’organizzazione ottimale del punto vendita.

SPECIALIZZAZIONI

Il corso prevede tre linee di specializzazione , vale a dire la formazione di tre aule parallele, e cioè:

  • Strumenti e tecniche per la gestione ottimale del reparto casse
  • Retail management: la gestione ottimale del punto vendita
  • Strumenti di marketing e relazione con il cliente per addetti vendite e repartisti

STRUTTURA

4 moduli – 56 ore

Ogni modulo ha la durata di 14 ore ed è suddiviso in due giornate formative con orario 9/13 e 14/17.

MODULI DIDATTICI

Modulo 1 – 05-06 Aprile 2016
LA GESTIONE DELLA ROUTINE DI REPARTO E LA PROFESSIONALITA’ NELLA RELAZIONE CON IL  CLIENTE

Modulo 2 – 26-27 Aprile 2016
LAYOUT DISPLAY E MERCHANDISING: UNA EFFICACE DISPOSIZIONE ED ESPOSIZIONE DEI PRODOTTO

Modulo 3 – 17-18 Maggio 2016
ANALISI DELLA CONCORRENZA: UN’ANALISI DEI PREZZI E DELLA GAMMA OFFERTA DAI COMPETITOR

Modulo 4 – 28-29 Giugno 2016
BUSINESS GAME: SIMULAZIONE DELLA GESTIONE DELLE DINAMICHE DI UN PUNTO VENDITA

ISCRIZIONI

La domanda di iscrizione va inviata a informa@istao.it  specificando il titolo del corso “Retail management per la distribuzione organizzata”.

Quota di iscrizione: 1.170,00 euro a persona

Sede: Punto vendita La Prima, Via Zara 87, Foggia

Referente organizzativo: Lorenzo Palego, Coordinatore Executive Education, ISTAO (lorenzo.palego@istao.it)

Alumni Club 3° incontro 2015

INCONTRI ALUMNI CLUB

ALUMNI MAGAZINE …RIPARTIAMO DA NOI

Sabato 12 dicembre 2015, 9.30-13.00

Registrazione partecipanti dalle 9.00 alle 9.30.ISTAO, Villa Favorita

 

copertina_Magazine_2015

download Magazine

Per l’ultimo appuntamento dell’anno abbiamo scelto di raccontare l’Alumni Club ISTAO attraverso i suoi partecipanti.
In modalità OPEN SPACE TECHNOLOGY, coordinato da Andrea Moretti, prepareremo un Magazine degli Alumni che possa rappresentare la sintesi delle nostre esperienze, delle nostre imprese, delle nostre visioni…
Un think tank prezioso a cui contribuire tutti e che verrà diffuso in modalità digitale nel nostro network.
Non importa se avete frequentato l’ISTAO nel 1968 o nel 2014…abbiamo bisogno di voi!
Accordatevi con i vostri compagni di Master, liberate l’agenda, vestitevi comodi e venite numerosissimi a Villa Favorita!

Concluderemo con un aperitivo per scambiarci gli auguri alle 12.45

 

 

 

 

La comunicazione nel punto vendita

“Come lo dico?”, “Come GLIELO dico?” Molte volte in situazioni lavorative ci troviamo davanti a simili dubbi: sappiamo cosa dobbiamo comunicare, ma non sappiamo come fare perché il nostro messaggio ottenga la massima efficacia. Abbiamo paura di non essere ascoltati, di irritare l’interlocutore, di risultare inadeguati.
La comunicazione aziendale interna è infatti influenzata da un serie di fattori, dalla struttura gerarchica (una cosa è comunicare con il proprio “capo”, un’altra comunicare con un collega “pari grado”) ai rapporti personali, all’anzianità di servizio, al carattere delle persone coinvolte.
Oggi a Foggia il nostro docente Paolo Ragni sta trasmettendo ad un gruppo di responsabili della catena di supermercati La Prima i princìpi fondamentali della comunicazione: esercitazioni di comunicazione interna, verbale, paraverbale e non verbale, e simulazioni di situazioni tipo all’interno del punto vendita con clienti e fornitori.

Logo La PrimaLa Prima, azienda pugliese di rilievo nella distribuzione organizzata, con 8 punti vendita, 1 centro distributivo e quasi 200 dipendenti, ha intrapreso per i propri futuri manager un percorso di crescita importante insieme all’ISTAO, grazie alla collaborazione con il consorzio Coralis cui l’impresa aderisce.

 

Logo CoralisCoralis, consorzio che ha brevettato il marchio “Piccola distribuzione organizzata”, è un attore importante della distribuzione italiana, riunendo circa 50 aziende ognuna con decine di punti vendita in tutto il territorio nazionale: il consorzio ha fatto del valore del territorio e della vicinanza ai propri clienti il proprio marchio caratterizzante, differenziandosi dalle logiche della grande distribuzione per puntare sulla qualità e sulla conoscenza della filiera. Per ottenere questi risultati c’è però la necessità di personale preparato, formato e motivato e di qui l’esigenza di affidare la crescita del proprio management (e futuro management) all’ISTAO.

 

 

Indagine Excelsior nella provincia di Ancona – Previsioni 2015

Venerdì 6 novembre 2015 – ore 10.00 presso Istao, Villa Favorita Ancona

La Camera di Commercio di Ancona, in collaborazione con l’ISTAO, ha presentato una sintesi dei principali risultati dell’Indagine Excelsior relativa alle previsioni occupazionali e ai fabbisogni professionali delle imprese della provincia di Ancona per l’anno 2015.

Presentazione Giuliano Calza

L’evoluzione del mercato del lavoro della provincia di Ancona sulla base dei risultati dell’Indagine Excelsior, intervento di Giuliano Calza

Dalla crescita del singolo al successo del gruppo. I Master ISTAO iniziano dall’active training

La parola a Claudia Cavaliere che ha guidato gli allievi nella giornata dedicata al team building.

claudia_cavaliere

Claudia Cavaliere si occupa dal 2009 della formazione manageriale e delle risorse umane e si è specializzata in particolare in attività di active e outdoor training (con i linguaggi dello sport, dell’arte, del teatro di figura), mental skills coaching e coaching. È Marketing manager presso Cavalieri Rugby Club; Responsabile Stampa e comunicazione presso Diego Dominguez Rugby CAMP; Responsabile Stampa e Comunicazione del Comitato Regionale Toscano FIR e Co-fondatrice del Laboratorio Sportivo. Nel 2009 ha pubblicato il volume “Rugby: dal campo all’azienda. Oltre il semplice fare squadra” per Guerini e Associati-Milano.



Qual è il valore di un modulo come il team building all’inizio di un Master?

Credo sia molto importante un modulo di questo tipo all’inizio di un master perchè permette di raggiungere diversi obiettivi.
Uno degli aspetti più interessanti è quello di poter vedere competenze e caratteristiche personali, spesso già evidenziate in fase di selezione, in movimento, in interazione.

Come il team building può favorire il processo di apprendimento?

L’active training, se cosi lo vogliamo definire, consente, applicandolo al team building, di rompere gli schemi e di creare una conoscenza fra i partecipanti che permetterà di costruire un ambiente all’interno del quale, come in ogni squadra che funziona, il singolo si migliora costantemente per mettersi al servizio del gruppo. Si vive “sul campo” ciò che poi verrà tradotto in aula in principi, metodi e strategie contestualizzati al mondo aziendale.

Come si sviluppa il modulo?

Si costruisce un percorso che inizia dalla consapevolezza di sé per terminare la giornata con il rugby (gioco di squadra per eccellenza). Il rugby consente di vivere sul campo principi fondamentali per il funzionamento di un gruppo quali il sostegno, la meta, il concetto di avanzamento, il principio dell’essere leader di sé stessi per poter essere utili alla squadra. Si impara a confrontarsi e a valutare non le opinioni, bensì i comportamenti. Si mette in campo una qualità spesso sottovalutata come l’energia. Si sviluppano i concetti di leadership e membership.

 

 

Opening Lecture, 2015

Creatività, nuove frontiere e capitale umano come chiavi del successo d’impresa.

Inaugurazione dei Master SMI e HR

Venerdì 20 novembre 2015, ore 17.00

Villa Favorita, Via Zuccarini, 15 Ancona

in collaborazione con 

 

 

 

Immaginare il futuro è il primo passo per costruirlo. Partendo dallo scenario della crisi finanziaria del 2008 e delle conseguenze sul sistema economico e sociale, Rosanna Celestino arriva alla definizione di un profilo di impresa quale “comunità generativa”, capace di collegare la propria azione in una visione, un orizzonte comune e condiviso con la società nella quale opera; capace di assumersi la responsabilità di costruire un futuro migliore per il Paese. Celestino riporta, a sostanziare le sue riflessioni, interviste e conversazioni con imprenditori e manager che si aprono con il tema “Come vogliamo essere”, come Paese e come Imprese.

Nel 1813 viene pubblicata postuma la “facezia filosofica” di Paul Henri Thiry; ancora oggi, come nei secoli passati, gli italiani adorano gli uomini di potere, ma non sono capaci di gestire le responsabilità che il comando implica. Preferiscono strisciare che governare. La classe dirigente è in mano alle consorterie. Gli italiani sembrano ad un tempo arrabbiati, sdegnati ma anche invidiosi di non essere tra gli “eletti”. Paolo Iacci pone l’adulazione e la piaggeria al centro di una disamina impietosa e divertente.

 

Programma

Ore 17.00
Registrazione dei partecipanti

Ore 17.20
Saluti e Introduzione al Seminario
Modera Giuliano Calza, Direttore generale ISTAO e Presidente AIDP Gruppo Marche

Interventi
Rosanna Celestino
sulla scia del suo ultimo libro “Immaginare il futuro” approfondirà i temi delle tendenze strategiche e gestionali del nuovo business di successo

Paolo Iacci
per mezzo del suo ultimo libro “L’arte di strisciare” approfondirà i temi del People Management

Ore 19.00
Q&A e saluti finali

Ore 19.30
Aperitivo

 

Rosanna Celestino

Rosanna Celestino

Consulente aziendale, regista teatrale e autrice di numerosi libri. Nel suo network Celestino&Associati si incontrano antropologia e pragmatica della comunicazione. Da venticinque anni segue imprese nazionali e internazionali sui temi della Cultura d’impresa e della Creatività.

Paolo Iacci

Paolo Iacci

Presidente di ECA Italia, Docente all’Università LIUC di Castellanza e Presidente nazionale di AIDP Promotion. È stato Direttore generale di Pride, Consigliere di Amministrazione in Bocconi, dirige il Web Magazine HR online ed è autore di numerosi volumi sul tema del lavoro e dell’organizzazione.

Come creare Start Up culturali

L’esperienza Ecapital Culture – Adriatic Start-up School
Venerdì 20 novembre, ore 10.30

Mole Vanvitelliana – Ancona

ore 10.30 L’esperienza Ecapital culture – Adriatic Start-up School
ore 11.15  Interventi degli allievi
ore 11.30 Tavola rotonda: Come creare start up culturali nella macro regione adriatico ionica
ore 13.00 Lunch

 

 

EcapitaCulture_20-11-2015