Insight ISTAO, n. 4

La newsletter racconta le attività e le iniziative realizzate dall’ISTAO. L’obiettivo è di stimolare la curiosità del lettore ed invitarlo a venirci a conoscere presso la nostra prestigiosa sede.

Per effettuare il download della newsletter clicca sull’immagine dell’indice.

 

La tangibilità dell’intangibile

Come trasformare le risorse intangibili di un’azienda in una voce di bilancio profittevole

SEMINARIO

In collaborazione con

quanta aidp marche

 

Giovedì 5 dicembre 2013

ISTAO – Villa  Favorita

 

 

Oggi diventa sempre più rilevante integrare elementi intangibili nella realtà organizzativa dando più completezza al concetto di valore d’impresa.

Appare quanto mai evidente il ruolo centrale che le risorse immateriali assumono nella creazione del valore dell’impresa, costituendo una delle variabili strategiche fondamentali per la sua affermazione sul mercato.

Il mutamento del contesto economico in cui le aziende si trovano ad operare, unitamente alla crescente necessità di un confronto in ambito internazionale, ha indotto gli studiosi ad approfondire il ruolo competitivo dei fattori immateriali, sia sotto il profilo di risorse legate a rapporti con l’ambiente esterno di riferimento, sia quali elementi sviluppati nell’ambito dei processi interni all’impresa.

In che modo dunque le risorse intangibili possono concorrere al vantaggio competitivo di un’impresa?

Due sono i tipi di fattori che devono essere presi in esame nel bilancio per determinare il valore reale: il capitale tangibile – fabbricati, impianti, beni materiali – e il capitale intangibile o intellettuale – reputazione, brand e know how.

Valutare il capitale umano ed intellettuale, comprendendo le dinamiche che creano valore, diviene fondamentale per attrarre investitori, mantenere i propri talenti, garantire una seria Corporate Governance, valutare i rischi ed assicurare la sostenibilità competitiva.

 

Programma

17,20
Registrazione partecipanti

17,30
Saluti
GIULIANO CALZA, Direttore Generale ISTAO e Presidente AIDP Marche

17,45
Interventi

MARCO MORBIDELLI, Direttore del Personale, Organizzazione ed ICT Gruppo Angelini
Il valore dell’intangibile

LORENZO SACCHETTA, Vice Presidente Gestione HR ENI Corporate – Area Centro Italia
L’importanza delle persone per lo sviluppo d’impresa

ANTONINO BORGESE, Great Place to work
Impatto del fattore umano sui risultati aziendali

STEFANO MARASCA, Professore Università Politecnica delle Marche
Capitale umano e valore economico d’impresa. Oltre i missing link

Moderatore
MARIO FRASCIONE, Area Manager Italia Centrale Quanta Spa

19,40
Chiusura lavori e Happy Hour

 

 

La partecipazione all’incontro è gratuita

 

Inaugurazione Fondazione Giorgio Fuà

SEMINARIO

In occasione dell’inaugurazione della propria sede la

Fondazione Giorgio Fuà

Vi invita alla presentazione del libro: “Viaggio nell’economia”

mercoledì 27 novembre 2013

ore 16:30
Facoltà di Economia “Giorgio Fuà”

 

 

Sinergia pubblico-privato per il mercato globale

LECTIO MAGISTRALIS

Inaugurazione dell’11a edizione del Master ISTAO in International Management

 

Venerdì 29 novembre 2013
ISTAO – Villa  Favorita

 

 

L’ISTAO apre l’11a edizione del Master in International Management con una Lectio Magistralis su un tema oggi molto attuale “sinergia pubblico privato per il mercato globale”.

La nascita e lo sviluppo della globalizzazione dei mercati ha richiesto, sin dalle origini, l’intervento dello Stato Sovrano e delle sue funzioni istituzionali nell’ambito degli organismi internazionali per garantire e controllare la competitività del singolo Paese nei confronti del Mondo.

Oggi che operare sui mercati internazionali è un atto dovuto per la sopravvivenza delle imprese, il ruolo del settore pubblico rimane ancora importante.
Studi molto recenti dimostrano infatti che le grandi crescite del privato in alcuni settori produttivi sono state possibili grazie agli investimenti che lo Stato ha realizzato sul settore stesso.

Nel capitalismo moderno lo Stato ha generato un’attività economica che non avrebbe altrimenti potuto accadere, ha creato l’humus fertile per lo sviluppo delle nuove tecnologie e ha assicurato le condizioni per attrarre gli investitori privati.

La sinergia pubblico privato non è necessaria solo durante i periodi di recessione, ma anche nei periodi di boom perché consente di sviluppare ed accrescere le condizioni per operare attivamente su un contesto internazionale.

Programma

17,15
Registrazione partecipanti

17,30
Saluti
GIULIANO CALZA, Direttore Generale ISTAO

17,40
Intervento
GIOVANNI CASTELLANETA, Ambasciatore, Presidente Sace Spa

19,00
Chiusura lavori

Giovanni CastellanetaGIOVANNI CASTELLANETA
Presidente di Sace Spa.
Nel corso della sua carriera diplomatica ha ricoperto gli incarichi di Ambasciatore negli Stati Uniti d’America, in Australia e in Iran, Consigliere Diplomatico del Presidente del Consiglio e suo Rappresentante Personale per i Vertici G8 e G20. Ha inoltre ricoperto vari incarichi diplomatici a carattere economico, politico e sociale al MAE e all’estero, in particolare presso le Ambasciate d’Italia in Somalia, Francia, Portogallo e presso le Organizzazioni Internazionali a Ginevra. A Roma, è stato Consigliere diplomatico del Ministro del Tesoro, Capo del Servizio Stampa e Portavoce del Ministero degli Affari Esteri, Coordinatore dell’attività internazionale delle Regioni, Capo dell’Ufficio del Segretario Generale del MAE e Rappresentante del Governo per la ricostruzione in Albania.
Dal 2003 al 2011 è stato membro del Consiglio di Amministrazione di Finmeccanica e ne è stato Vice Presidente dal 2004 al 2005.
E’ Presidente di Italfondiario Spa, di Torre Sgr e Senior Advisor di Fortress Investment Group per l’Italia.
E’ Presidente del Comitato italiano del World Food Programme.
E’ Presidente dell’Istituto per la Promozione dell’Arbitrato e della Conciliazione nel Mediterraneo (ISPRAMED).
E’ membro dell’Advisory Board dello Studio Pirola e Associati di Milano e di MIC Industries, Inc. (Manifacturing International Company) Reston – Virginia (USA).
E’ membro del Comitato Direttivo dello IAI (Istituto Affari Internazionali), ISPI ( Istituto per gli Studi di Politica Internazionale) e ICSA (Intelligence Culture and Strategic Analysis).
E’ insignito di varie decorazioni nazionali ed internazionali tra le quali Cavaliere di Gran Croce della Repubblica Italiana e Ufficiale della Legione d’Onore della Repubblica Francese.

 

La partecipazione all’incontro è gratuita

Risultati Excelsior 2013 per la provincia di Ancona

Mercoledì 20 novembre 2013, ore 10.00
sede: ISTAO 

Presentazione dei principali risultati Excelsior 2013 per la provincia di Ancona

[ I risultati sono visibili sul sito della Camera di Commercio di Ancona ]

Presso il salone centrale dell’ISTAO a Villa Favorita saranno presentati i risultati del progetto Excelsior 2013, relativi alle previsioni occupazionali e ai fabbisogni professionali delle imprese della provincia di Ancona.

L’indagine Excelsior, svolta dal sistema camerale in stretta collaborazione con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, fornisce da anni un contributo fattivo alla conoscenza del mercato del lavoro, affrontando temi di cruciale importanza: il calo della domanda, il divario fra l’offerta formativa e le esigenze delle imprese, la precarizzazione progressiva dei lavoratori, l’over education e molti altri.

I dati nazionali dell’indagine Excelsior 2013 saranno illustrati dal dott. Domenico Mauriello del Centro Studi di Unioncamere Nazionale, mentre quelli provinciali verranno commentati dal dott. Giuliano Calza Direttore Generale ISTAO.

E’ possibile registrarsi on line o chiedere maggiori informazioni contattando l’Ufficio Statistica della Camera di Commercio di Ancona ai seguenti recapiti:

Ufficio Statistica e Studi
email:
statistica@an.camcom.it
fax +39 0715898255
tel. +39 0715898 – 286 o 399

[PROGRAMMA]

Presentazione del libro di Giorgio Fuà a Roma

INCONTRI DI CULTURA

UN’AGENDA NON CONFORMISTA PER LA CRESCITA ECONOMICA

A CURA DI VALERIANO BALLONI, MARCO CRIVELLINI E PAOLO PETTENATI

 

 

istao economia_civile

 

Palazzo Marini, Sala delle Colonne – Via Poli 19, Roma
Martedì 12 novembre 2013

 

 

I problemi dell’Italia di oggi non sono molto diversi da quelli individuati da Giorgio Fuà nei tre saggi usciti tra il 1977 e il 1985, ripubblicati nel libro presentato nell’incontro.
I problemi riguardano la competitività del sistema economico e l’equilibrio dei conti con l’estero, il debito pubblico e la tassazione, eccessiva e squilibrata.

La crisi economica e finanziaria che fra il 2008 e il 2013 ha duramente colpito l’Italia e gli altri paesi europei “a sviluppo tardivo” studiati da Fuà – Grecia, Irlanda, Portogallo e Spagna – appare quindi come cronaca annunciata della fragilità, in particolare della carenza di capacità imprenditoriale e di social capability, che secondo Fuà già negli anni Ottanta caratterizzava tali paesi. Una fragilità che i cosiddetti GIPSI non sarebbero riusciti a superare nei decenni successivi.

L’introduzione firmata dai tre curatori del libro riporta al contesto attuale i problemi sollevati da Fuà.
Riproponendo le riflessioni di uno dei più importanti economisti italiani, il volume vuole dunque contribuire ad individuare le coordinate lungo le quali l’Italia si dovrà muovere per recuperare la competitività ed il benessere perduti nel nuovo secolo.

Programma

16.30
Introduce e coordina
ROBERTO PETRINI, Giornalista de “la Repubblica”

16.45
Interventi
ADOLFO VANNUCCI, Presidente SI Spa
VALERIANO BALLONI, Vice Presidente ISTAO
MARCO CRIVELLINI, Professore di Economia
PAOLO PETTENATI, Presidente Onorario ISTAO
MARCO CAUSI, Deputato PD Camera dei Deputati
PAOLO PETRINI, Deputato PD Camera dei Deputati
ALESSANDRO RONCAGLIA, Presidente Economia Civile e Professore Ordinario di
Economia Politica Università “La Sapienza” Roma

18.30
Chiusura lavori

Per ragioni di sicurezza si prega di dare la propria adesione per consentire l’ingresso.

Il Cerimoniale del Parlamento prevede l’obbligo di indossare giacca e cravatta.